CIRCOLARE MAGGIO 2021

 

GARDEN CLUB FERRARA

 

Circolare di Maggio 2021

Care socie, cari soci,

come leggerete di seguito, le iniziative organizzate per il mese di maggio prevedono una conferenza on line dall’Orto Botanico, una conferenza presso Casa Romei in presenza (seppur ovviamente limitata nel numero) e la gita di un giorno a Forlì e Ravenna per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Ricordiamo di “visitare” il sito del Garden Club www.gardenclubferrara.it, sempre aggiornato con notizie e fotografie.

 

Infine, un grazie a tutti i soci che hanno confermato il loro sostegno con il rinnovo dell’iscrizione annuale alla nostra associazione.

 

Un cordiale saluto.

Il Consiglio Direttivo

 

 

 

Mercoledì 19 maggio 2021 ore 17:00

250° Anniversario dell’Orto Botanico

Conferenza on line

Come Garden Club abbiamo fornito il patrocinio, un contributo e il suggerimento di una relazione all’Università di Ferrara, Dipartimento delle Scienze Naturali, per le celebrazioni dei 250 anni dell’Orto Botanico di Ferrara.

Tra le conferenze on line organizzate, segnaliamo Mercoledì 19 maggio alle ore 17:00

 

“Gherardo Cibo, dilettante di botanica e ‘pittore’ di paesi.

Arte, scienza e illustrazione botanica nel XVI secolo”

relatrice Lucia Tomasi Tongiorgi  

 

Lo studio di quest’originale artista scienziato vissuto nel 1500, che rinunciò ad una prestigiosa carriera ecclesiastica per donarsi alla botanica e alla pittura di paesaggio, ha portato alla luce una raccolta botanica che nei secoli era stata dispersa, senza autore, negli archivi di biblioteche italiane e inglesi, con tracce di passaggi anche attraverso la Collezione Costabili di Ferrara. Questa emersione è stato frutto di un lavoro decennale della professoressa Tongiorgi nel ricostruirne unità, valore e identità. Nel XVI secolo si andava affermando un disegno botanico come espressione d’arte, oltre che di scienza, con precoci implicazioni paesaggistiche di grande fascino. Una pagina inconsueta, quindi, sotto il profilo botanico, circa il rapporto arte/natura nel Rinascimento.

Lucia Tomasi Tongiorgi, già ordinaria di storia dell’arte nell’Ateneo di Pisa e prorettore della stessa Università, è studiosa di fama internazionale ed ha diretto vari Istituti di ricerca nel Nord e nel Sud America, nonché autrice del restauro di un erbario miniato alla Royal Library del Castello di Windsor. È stata inoltre insignita dall’Ateneo pisano dell’Ordine del Cherubino; è Accademica del Lincei, dei Georgofili e Fellow della Linneian Society di Londra. Ha collaborato all’allestimento di numerose mostre, tra cui, la più recente, quella dedicata alle stampe di ‘traduzione’ da Leonardo, a Milano.

Sono previsti interventi del prof. Renato Gerdol, Dipartimento di Scienze della vita, della prof. Lisa Brancaleoni, responsabile della Celebrazione dell’Orto Botanico, della vice presidente del Garden Club, Paola Roncarati.

 

  • Per seguire in diretta streaming la conferenza dalla piattaforma GoToMeeting, si dovrà cliccare sul nome della relatrice Lucia Tongiorgi Tomasi, nella locandina dell’Orto Botanico allegata a questa circolare. Locandina 250 Orto Botanico
Sarà realizzata anche la registrazione video che verrà poi pubblicata nel nostro canale YouTube.

 

 

 

Giovedì 27 maggio ore 17:30

Giardino delle Sibille – Museo di Casa Romei

Conferenza in presenza

 

La prima nostra iniziativa “in presenza” dopo molti mesi di chiusure, pur con le limitazioni previste dalle norme, si svolgerà nel Giardino delle Sibille del Museo di Casa Romei a Ferrara in via Savonarola 30.

Il giardino è situato nel “secondo cortile” di Casa Romei, per anni “segreto” e impraticabile, poi sottoposto a restauro, anche con il contributo botanico, di arredi e di manutenzione del Garden Club, trasformato e rinominato “Giardino delle Sibille”.

Dopo il saluto del direttore del Museo, arch. Andrea Sardo, e della Presidenza del Garden Club, il professor Gilberto Tagliati parlerà della

 

“Relazione tra la famiglia Romei e la corte estense nel XV secolo”

 

Una ricostruzione paziente e meticolosa della storia di una famiglia rinascimentale ferrarese, i Romei, di cui, scomparsi i documenti di riferimento, si ignoravano provenienza e importanza; ricostruzione avvenuta ‘setacciando’ con cura gli archivi comunali.

 

Gilberto Tagliati

Con laurea e tesi in Storia Moderna, ha insegnato Storia e filosofia, Italiano e Storia in varie scuole cittadine e collaborato con Istituti di ricerca per innovazioni didattiche, a livello regionale e nazionale. Già Dirigente Scolastico di Licei a Bologna e a Ferrara, appassionato di Storia, studioso del Rinascimento.

 

  • Ai nostri soci, in regola con la quota annuale, sono riservati 30 ingressi.
Per la necessaria prenotazione telefonare al Museo al numero 0532 234130 o inviare una mail a drm-ero.casaromei-fe@beniculturali.it

 

 

Giovedì 3 giugno 2021 GITA a

– Forlì mostra “Dante. La visione dell’arte” e – Ravenna

 

Quest’anno si celebra il 700° anniversario della morte di Dante. Vi proponiamo di visitare l’interessante mostra a Forlì e fermarci poi a Ravenna per una passeggiata in luoghi insoliti, sempre accompagnati da una guida.

L’organizzazione e la proposta di una gita di un giorno ci è sembrato un bel segnale di ripresa, pur nel rispetto di tutte le normative sanitarie previste.

Il numero massimo di partecipanti sarà di 25 persone su un pullman da 52 posti, nel ristorante i posti saranno a distanza di sicurezza e al museo si entrerà in due gruppi, accompagnati da guide.

In considerazione della limitazione nel numero di partecipanti e dell’impegno economico conseguente, la gita si effettuerà solo con il completamento della disponibilità, pertanto la prenotazione deve essere considerata vincolante.

 

  • Per la prenotazione dal 10 maggio, telefonare o inviare WhatsApp o messaggio al 3398208565 – Angela Roncarati.
 

Il costo della gita è di € 95.

Il pagamento potrà essere effettuato con bonifico al Garden Club Ferrara

Iban IT96P0538713004000000018940

Programma:

ore   7:30        – partenza dal parcheggio EX-MOF
ore 10:00        – visita alla mostra di Forlì (1° gruppo ore 10:10, 2° gruppo ore 10:20)

ore 13:00        – pranzo in ristorante tipico

ore 15:00        – visita guidata a Ravenna

ore 18:30        – partenza per il ritorno a Ferrara (arrivo previsto circa alle 20)

 

“DANTE. LA VISIONE DELL’ARTE”

La mostra, ospitata presso i Musei San Domenico di Forlì -complesso conventuale domenicano risalente al XIII secolo, formato da cinque edifici-, è un viaggio nella storia dell’arte tra Duecento e Novecento, con circa trecento capolavori selezionati: da Giotto, Filippino Lippi, Lorenzo Lotto, Michelangelo, Tintoretto, fino ad arrivare a Boccioni, Casorati e tanti altri maestri del secolo scorso

È il frutto di un robusto sodalizio tra la Galleria degli Uffizi (con circa cinquanta, tra dipinti, sculture e disegni messi a disposizione) e la Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì.

 

 

Un giardino. Il mio racconto.

 

In questa lettera pubblichiamo il racconto di Lucia Pasetti Barbi. Buona lettura!

Continuate ad inviarci i vostri scritti, contattando Paola Cucchi al 3401054394.

 

°°°°°°°°°°°°

Contatti e informazioni

 

Quota annuale 50 € (15 € per socio familiare)

Coordinate c/c GARDEN CLUB FERRARA iban: IT96P0538713004000000018940

 

Mail segreteria: gardenclubfe@gmail.com

Sito web: http://www.gardenclubferrara.it/

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/gardenclubferrara2018

Canale YouTube: https://youtube.com/channel/UCyGeruX1pW6rfYSDNYZIYOg

 

 

UN GIARDINO FUORI PORTA A VIGARANO PIEVE

di Lucia Pasetti Barbi

 

 

Lucia Pasetti e Oreste Barbi nel loro cottage a pochi chilometri dalla città ci hanno consentito una visita virtuale del loro giardino e la condivisione di un angolo verde che racconta anche la loro vita.

Ormai molti anni fa Lucia e Oreste hanno scelto di vivere fuori dal centro cittadino e di creare un luogo delle loro passioni, immersi in un panorama agreste nel quale poter creare tutte le atmosfere stilistiche dei loro sogni.

Con impegno manuale supportato da esperienza e gusto innato per gli accostamenti di colore, per gli stili architettonici contaminati dalla dolcezza dell’arte del recupero ed un inguaribile istinto da collezionisti, hanno trasformato un casolare rustico in un cottage colorato che fa da sfondo ad un giardino che ha il sapore delle fiabe.

Piante di limone e di aranci davanti all’ingresso offrono un assaggio di primavera ancora lontana in questa tiepida giornata di fine febbraio; intorno il verde tenero di un prato, apparentemente lasciato crescere con la naturalezza spontanea dell’erba dei campi su uno sfondo di campagna ferrarese resa quasi magica da una leggera foschia all’orizzonte.

Il prato ospita l’allegro vociare quotidiano di animali da cortile, scelti con cura tra razze speciali di tradizione: galli maestosi che sfilano con incedere regale tra galline di vari colori e diverse provenienze, anatre indiane che corrono ancheggiando per raggiungere un delizioso laghetto, creato per i loro giochi con materiali naturali e di recupero che regalano sensazioni e ricordi agresti. Su tutta la facciata del rustico arbusti rampicanti di rose variopinte che con i loro boccioli, ancora chiusi ma ormai quasi pronti a sbocciare, promettono la festa primaverile ormai prossima ed il risveglio dei profumi e dei colori che l’estate generosamente esalterà.

A primavera inoltrata, come ormai da molti anni, l’affettuosa ospitalità di Lucia e Oreste, accoglierà i tanti amici che li raggiungeranno in questo giardino, oggi solo ricco di promesse, ma poi sfarzoso di verdi smaglianti, di fiori profumati piantati e curati con amore e costanza da Lucia, di grappoli nel filare di viti che delinea il confine con i campi di granoturco, di grano e di erba medica, di prugne, albicocche e pesche sugli alberi che sono disseminati intorno al rustico come negli antichi orti ferraresi.

L’affettuoso e tipico ansimare del  bulldog inglese Ike, sempre vicino ad Oreste, e l’apparizione fugace del micio di casa, che da lontano pacatamente osserva lo svolgersi del quotidiano, completano questo privato  quadro di serena atmosfera di intimità, di colore e di magia reso ancora più affascinante dai moltissimi oggetti particolari scovati nei mercatini di antiquariato che qui hanno ritrovato nuova e romantica vita …

Il sole sta calando all’orizzonte e tinge di tinte calde e malinconiche questo paesaggio

personalissimo… galline ed anatre, guidate dai galli dalle piume lussureggianti iniziano a dirigersi verso il riposo notturno… in una costruzione caratteristica -opera della creatività artistica di Oreste- che non è possibile definire pollaio per lo stile colorato e decò che rimanda ad una ambientazione di fiaba.