Con circa 2.400 piante nasce un piccolo bosco in città

Sono circa 2.400 le piante che sono state messe a dimora in un terreno comunale e che ora crescendo daranno vita a un piccolo bosco nella zona est della città, tra la bretella di via Guido Carli e la zona residenziale di via Turoldo. La realizzazione di questo intervento di rimboschimento nell’area di recente acquisizione da parte dell’Amministrazione, è stata avviata a fine gennaio scorso e si è conclusa in questi giorni. Si tratta di circa 16.000 metri quadrati, costituito da circa 200 alberi di prima grandezza (i cui fusti potranno superare i 30 metri di altezza come i Celtis australis, Juglans regia, Populus alba, Quercus robur, Tilia cordata, Ulmus minor), 600 alberi di seconda grandezza (tra i 20 e 30 metri di altezza, come Acer campestre, Carpinus betulus, Fraxinus angustifolia, Malus domestica, Morus alba, Ulmus pumila), e circa 1.600 piante arbustive costituite prevalentemente da specie autoctone, il tutto collocato su più filari disposti in file curvilinee e attorniato da siepi.

E’ un vero e proprio bosco all’interno della città che nasce su un terreno che era di un privato e che è stato ceduto al Comune in compensazione a interventi di urbanizzazione – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica Andrea Maggi –. Tutte le piante e gli alberi presenti verranno irrigati tramite un nuovo impianto a goccia che abbiamo realizzato grazie ad accordi presi con il Consorzio di Bonifica, prelevando l’acqua necessaria dal canale attiguo. È chiaro che la realizzazione di un bosco all’interno di una zona anche ad alta densità di popolazione offre una serie di opportunità e benefici per il clima, una migliore qualità dell’aria e la possibilità di creare un vasta zona ombreggiata, anche per attività di svago. Con questo intervento ribadiamo la nostra attenzione nei confronti del verde cittadino“.

A questo proposito l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni sottolinea che “questa azione non è che uno dei punti di partenza per l’impegno ambientale che l’Amministrazione si è posta come obiettivo. Ricordo infatti che all’interno delle linee programmatiche di mandato del Sindaco ci siamo posti l’obiettivo ambizioso di piantare 15.000 nuovi alberi nel territorio comunale di Ferrara. Come assessore all’Ambiente intendo sviluppare una strategia anche attraverso la progettazione Europea per recuperare i fondi necessari per portare avanti l’opera di piantumazione su tutto il territorio del Comune di Ferrara, con importanti benefici per tutti“.